Come promuovere un turismo sostenibile quando viaggi Suggerimenti da parte del Consiglio consultivo per il turismo di Airbnb

Recentemente abbiamo annunciato le principali destinazioni di tendenza su Airbnb per il 2019: 19 luoghi al di fuori delle solite mete,  come la Calabria, dove il turismo più sostenibile e autentico può essere di beneficio sia per i residenti che per i viaggiatori. La destinazione più trendy fra tutte, Kaikoura, in Nuova Zelanda, ha visto nell’ultimo anno un incremento nelle prenotazioni del 295%, un successo che ha aiutato la comunità locale nella fase di ricostruzione successiva a un terremoto di magnitudo 7.8 che ha colpito la regione nel 2016.

Indipendentemente dallo scegliere Batumi, in Georgia, o Barcellona come meta di una vacanza, è comunque sempre importante che gli ospiti Airbnb siano dei viaggiatori responsabili. Ecco perché il nostro Consiglio consultivo per il turismo ha formulato alcuni suggerimenti per sensibilizzare chi viaggia su quali sono i modi migliori per rispettare i luoghi che visitano e per viverli a pieno, come abitanti del posto.

Rosette Rugamba, Managing Director of Songa Africa and Amakoro Lodge and former Director General of Rwanda Tourism and National Parks

Rosette Rugamba, Managing Director di Songa Africa e Amakoro Lodge, nonché ex Director General dell’ente Rwanda Tourism and National Parks

“I viaggiatori dovrebbero sfruttare tutti i sensi per godersi una destinazione (bisogna annusare, toccare, ascoltare e gustare). È questo il modo per scoprire a pieno una cultura: non si tratta di una merce “da portar via”, ma piuttosto di un prodotto che può essere consumato, per così dire, solo nel punto vendita. Quando acquisti dei souvenir, per esempio, scegli piccoli negozi e attività del luogo. Chiedi al tuo host quali sono i suoi negozi preferiti nel quartiere. Facendo compere da un artigiano esperto, o presso una piccola realtà imprenditoriale, contribuisci infatti a diffondere i benefici del turismo tra la gente del luogo, influenzando inoltre la comunità a un livello più vasto e nel miglior modo possibile.”

David Scowsill, former President and CEO of the World Travel & Tourism Council

David Scowsill, ex Presidente e CEO dell’ente World Travel & Tourism Council

“Anche se dovessi essere così fortunato da soggiornare in un alloggio alimentato da pale eoliche, pannelli fotovoltaici ed energia idroelettrica o geotermica, rifletti sempre sulla tua “impronta ecologica” e sui costi elettrici che generi presso l’alloggio del tuo host. Ogni volta che esci dalla casa, stacca gli alimentatori e spegni luci, computer portatile e climatizzatore. Al ritorno, prova a fare docce più rapide rispetto a casa: quanto meno acqua calda utilizzi, tanto meno energia è necessaria.”

Taleb Rifai, the former Secretary General of the United Nations World Tourism Organization

Taleb Rifai, ex Segretario generale dell’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite

“Oltre a pianificare il tuo itinerario, prendi qualche altra accortezza prima di partire. Informati sulle usanze del luogo e non farti trovare impreparato. Per esempio, in alcuni luoghi sacri potresti dover indossare un foulard sulla testa, o trovare un’alternativa a pantaloncini corti e t-shirt. O ancora, infila in valigia un paio di pantofole se sei diretto in una località dove è prassi togliersi le scarpe quando si entra in un luogo al chiuso. Inoltre, imparare qualche formula di cortesia della meta scelta prima di partire (specialmente “per favore” e “grazie”) rappresenta un segno di rispetto.”

Professor the Hon. Bob Carr, the former Foreign Affairs Minister for Australia and former Premier of New South Wales

Professore onorario Bob Carr, ex Ministro degli affari esteri dell’Australia ed ex Premier del Nuovo Galles del Sud

“Prendi in considerazione i modi in cui dovrai spostarti una volta giunto a destinazione. Prendere un treno è meglio di scegliere un volo breve. Inoltre, anche se possono risultare più scoraggianti, i trasporti pubblici sono più ecosostenibili rispetto al prendere un taxi o a noleggiare un auto. Sarebbe ancora meglio dedicarsi alle camminate per scoprire una destinazione: in tal caso, le uniche energie che consumerai saranno le tue.”

Oltre ai suggerimenti del nostro Consiglio consultivo per il turismo, ci sono molte altre risorse da cui attingere per imparare a essere un viaggiatore responsabile. Il Global Sustainable Tourism Council ha redatto consigli e altro materiale, tra cui la guida “The Responsible Tourist”, per i viaggiatori, con la speranza di avere un impatto positivo sui luoghi che questi visiteranno. La guida può aiutarti a scegliere destinazioni che promuovono il turismo responsabile, a scoprire come partecipare a progetti del luogo e persino a ottenere consigli specifici per immersioni ed escursioni.  

Airbnb offre anche guide per i viaggiatori diretti in luoghi particolari, tra cui Parigi, Roma e Venezia. Anche se ogni destinazione è diversa, gli host di ogni parte del mondo sono concordi nel ritenere che dei buoni ospiti possono diventare degli ospiti grandiosi imparando come differenziare i rifiuti e acquisendo consapevolezza anche su quanto rumore possano generare le rotelle di un trolley. Tali considerazioni possono apparire come delle inezie, ma per le comunità e i quartieri di ogni città è vero esattamente il contrario.

Buon viaggio (sostenibile)!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!