È aperta la prima scuola di sharing economy di Milano!

Abbiamo organizzato, con il Comune di Milano e Collaboriamo, un corso per milanesi over 50 che volessero saperne di più sull’economia della condivisione, sulle piattaforme digitali e sulle opportunità che offrono.

È un progetto di cui siamo molto orgogliosi, che è stato sviluppato all’interno del percorso di collaborazione avviato nell’ultimo anno con il Comune. Abbiamo già lavorato insieme durante alcuni grandi eventi della città, come la Design Week, Terramadre di Slowfood e altri; abbiamo anche realizzato un report che spiega l’impatto che la community di Airbnb sta avendo in Italia e a Milano.

Una ricerca nazionale realizzata da Altroconsumo ha rilevato come il 47% degli intervistati – un campione di oltre 1000 italiani dai 45 ai 70 anni – non abbia mai sentito parlare di sharing economy e come il 46% dei potenziali utenti over 50 di questo genere di servizi si tenga lontano dalle piattaforme di sharing per paura di comunicare i propri dati. Vogliamo lavorare per sciogliere questi dubbi e rispondere a tutte le domande di chi ancora non conosce la sharing economy.

È nata così l’idea di una “sharing school”, una scuola di sharing economy, che si è sviluppata attraverso un workshop intensivo sull’economia collaborativa, nella cornice degli spazi di Co-hub, il polo di Milano sulla sharing economy, e di FabriQ, l’incubatore di imprese sociale del Comune che accoglie le startup più impegnate sui temi del welfare, dell’ambiente e dell’innovazione sociale, nel quartiere di Quarto Oggiaro.

Gli studenti del corso, selezionati dall’Amministrazione comunale fra le tante candidature arrivate dopo il lancio dell’iniziativa, hanno affrontato un percorso di formazione teorica e pratica per l’utilizzo di internet e delle principali piattaforme. Per esempio hanno conosciuto e discusso con altri cittadini che utilizzano i servizi di Airbnb, Bla Bla Car e Gnammo; hanno parlato con i portavoce di alcune social street milanesi (in particolare quelli di San Gottardo-Meda e NoLo Social District, Fabio e Sara, li vedete insieme nello scatto qui sotto), le realtà che da tempo si occupano, in varie città italiane, di ricostruire rapporti di vicinato nei quartieri; hanno conosciuto le startup di FabriQ, imparando come si può passare da un’idea di impresa al suo sviluppo; si sono sfidati in degli esercizi pratici per capire come costruire un viaggio attraverso le piattaforme di sharing economy.

Fra i docenti del corso, che vedete nella foto qui sopra, ci sono stati due host della community milanese. Luigi, che si occupa con grande entusiasmo della sua attività di host, che ama moltissimo; ed Eva, una giovane esperta di comunicazione digitale che ha raccontato ai partecipanti trucchi e consigli su come diventare un host perfetto.

I partecipanti hanno scoperto nuovi modi di essere cittadini digitali e si sono salutati con una cena in un home restaurant, brindando a un 2017 di altrettante scoperte.